Cosa sente una persona quando è in ipnosi?

Molte persone, clienti, amici, continuamente mi pongono la domanda: “ma cosa sente una persona quando è in ipnosi?”.

Per comprendere ciò che avviene in questo stato, bisogna prima dire che esistono due tipi di coscienza: la coscienza nucleare e la coscienza estesa (o autobiografica). La coscienza nucleare è sostanzialmente una sensazione di sé, percepita nel qui ed ora, tramite la quale si inizia a percepire cosa ci sta succedendo in un preciso momento. Questa sensazione è però molto “grezza”, si tratta infatti di una sensazione biologica che va dal benessere al malessere, senza nessun tipo di giudizio e interpretazione mentale; si tratta quindi di pura percezione sensoriale. Nel sonno, ad esempio, così come in ipnosi, questa sensazione si modifica, divenendo molto più sensibile e trasmettendo al corpo molte più informazioni rispetto ad uno stato vigile. Il linguaggio e i pensieri, che normalmente albergano la nostra mente, non appartengono alla coscienza nucleare, ma a quella estesa, ed emergono piuttosto come conseguenza di ciò che percepiamo. In ipnosi, ovviamente, la coscienza estesa viene a limitarsi notevolmente. Tramite la coscienza estesa, inoltre, iniziano a prendere forma, nella nostra mente, i ragionamenti interni, i ricordi di un passato e la previsione di un futuro (le convinzioni). A questo riguardo, possiamo dire che un'induzione ipnotica orientata sulle proprie sensazioni cinestesiche (sensazioni e percezioni fisiche) non è altro che un'attivazione della coscienza nucleare. Con l'ipnosi classica, le modalità per stimolare la coscienza nucleare sono semplicemente le parole. Questo aspetto risulta essere, a nostro parere, un limite strutturale, soprattutto quando c'è bisogno di lavorare sulle emozioni e stati d'animo. Se una persona necessita di cambiare umore e divenire più convinto di sé e coraggioso, a fronte di una performance delicata da affrontare, difficilmente riesce a farlo impiegando tecniche di ipnosi classica; a limite, grazie ad esse, può raggiungere un buon rilassamento. Per poter raggiungere motivazione e convinzione serve di stimolare le emozioni, e questo è il principio cardine del corso POWER HYPNOSIS il quale rappresenta la prima applicazione pratica e strutturata di ipnosi emozionale.

Nella seconda parte dell'articolo analizzeremo come la coscienza nucleare possa essere anche utilizzata per indurre uno stato di coscienza alterato.

Copyright © 2013 - 2020 Accademia di Ipnomentalismo di Roberto Deidda - PI. 01427990914 - via Montopoli,31 - Roma  info@accademiadiipnomentalismo.it

Privacy Policy

Cookie Policy