Ipnosi e mentalismo evoluto

L’ipnosi così come il mentalismo, hanno in comune di essere in grado di stimolare le potenzialità mentali umane.Questo concetto vale sia per chi assiste a uno spettacolo o riceve una consulenza, ma anche per colui che intende apprendere simili tecniche.E’ strabiliante riuscire, tramite la propria comunicazione e osservazione, a far entrare un individuo in uno stato di coscienza alterato, oppure riuscirà individuarne il pensiero osservando il suo linguaggio del corpo. Simili capacità e conoscenze sono estremamente utili, sia per chi fa spettacolo, sia per chi svolge la professione di terapeuta, sia nella vita di tutti i giorni.


Cosa hanno in comune, mentalismo e ipnosi?


Esattamente il fatto di utilizzare meccanismi mentali chela maggior parte delle persone neppure conoscono. Di osservare quei micro segnali corporei che per molti sono insignificanti, ma per colui che è un abile osservatore sono ricchi di genuine informazioni. Ma non si tratta di semplice studio del linguaggio del corpo; esso ormai è entrato nel grande pubblico anche grazie a programmi televisivi molto accattivanti, come Lie to me. Ormai quasi tutti sanno che incrociare le braccia è un segno di chiusura e di difesa, che grattarsi senza motivo la testa può assumere i connotati di scarico di tensione, che mordersi le labbra può significare un interesse particolare, ecc. Si tratta di molto di più.

Mi riferisco allo studio di quei segnali inconsci che possono comunicare molto di una persona, ma anche essere utilizzati al fine di ottenere determinate informazioni, influenzare una scelta o per generare una modificazione dello stato di coscienza.Tali segnali inconsci devono essere necessariamente appresi, riconosciuti e utilizzati. E questo apprendimento non può venire tramite uno studio teorico sull’argomento(come la lettura di un testo per intenderci), bensì tramite esercizi specifici che si trovano al confine tra l’ipnosi e il mentalismo; come ad esempio la “lettura” dei movimenti muscolari involontari, la “lettura” dei movimenti oculari e degli scarichi di tensione e molto altro ancora.Ed è proprio questa la grande novità introdotta dall’Accademia d'Ipnomentalismo!

C'è da dire che un ipnotista da spettacolo e da dimostrazione si configura anche come un "mentalista inazione", in quanto porta le persone ad agire in base alle rispettive inclinazioni, interpretandone la fisionomia, il carattere, le paure e le potenzialità nascoste; il tutto per poter accompagnarle, tramite la propria comunicazione, in uno stato di coscienza alterato dove sono possibili molti dei fenomeni ipnotici tra i più conosciuti. 

1 visualizzazione

Copyright © 2013 - 2020 Accademia di Ipnomentalismo di Roberto Deidda - PI. 01427990914  info@ipnomentalismo.it

Privacy Policy

Cookie Policy